Il termine osteopatia fu coniato nel diciannovesimo secolo da Still unendo le 2 parole osteon(osso) e (pathos) dolore,per indicare che i primi empirici trattamenti osteopatici erano rivolti a risolvere disagi riguardanti l’apparato locomotore.

L’osteopatia è una medicina manuale, che, pur basandosi sulle stesse basi anatomiche della medicina classica, non fa uso di farmaci, né fa ricorso alla chirurgia, ma, tramite l’impiego delle mani, individua e tratta, con specifiche manipolazioni le disfunzioni di mobilità.

Prevede un approccio olistico al paziente, che viene considerato nella sua complessità (fusione di corpo e psiche). Si basa sul concetto fondamentale che il nostro corpo è programmato per il movimento, il movimento è vita, laddove vi sia una riduzione di mobilità a livello di un’articolazione, di un viscere, di un tessuto,quello stesso distretto anatomico passa dallo stato di piena salute, ad uno stato di disfunzione e poi di malattia.

La riduzione di mobilità implica a livello biochimico tutta una serie di adattamenti, che si possono riassumere, semplificando, in una riduzione dell’apporto sanguigno in quel distretto anatomico (regola dell’arteria), con conseguente riduzione della rimozione di prodotti tossici derivanti dall’attività metabolica cellulare.

Si instaura, dunque, un circolo vizioso, che congestiona sempre di più il tessuto disfunzionale,e lo predispone,nel tempo,alla malattia vera e propria.


Oltretutto ciascun distretto anatomico comunica con il resto del corpo con segnali biochimici,neurologici, tramite strutture anatomiche etc. Per cui ,ad es.,una spalla che non si muove bene produrrà degli adattamenti a livello cervicale ,dorsale e, a lungo andare ,potrà scompensare l’intero sistema posturale del soggetto .L’intervento del bravo osteopata può riequilibrare il tutto!!!

fig 6 di osteopatia e ortodonziaDi enorme importanza è l’impiego dei trattamenti osteopatici (rivolti a tutta la popolazione) nelle fasi di crescita, eliminare le disfunzioni significa risolvere definitivamente il problema e consentire al corpo uno sviluppo armonico. Ecco perché l’osteopatia deve riarmonizzare a livello generale quello che l’intervento medico corregge in ogni specifico settore, di qui la scelta di abbinarla ai trattamenti ortodontici,ai trattamenti di byte, ai trattamenti rivolti ai pazienti disfunzionali etc.

Il potenziale correttivo che deriva dall’impiego delle due metodiche (ortodonzia e osteopatia) è enorme,ed è ciò che mi ha motivato nel conseguire la mia 2^°laurea (quella in osteopatia).

fig 7 di osteopatia e ortodonziaSi è già ampiamente discusso nelle altre sezioni (vedi la postura) dell’importanza che l’occlusione riveste nell’equilibrio posturale di ogni singolo soggetto, intervenire a livello occlusale (con un tratt. ortodontico,con un byte, etc) significa modificare l’intero sistema.

I trattamenti osteopatici di pari passo con quelli ortodontici consentono un più rapido conseguimento dei risultati (soprattutto nei casi di abitudini viziate, o di sintomatologie dolorose)ed un più facile assorbimento della terapia da parte dell’intero organismo.


Richiedi maggiori informazioni

Mettiti in contatto

Come contattarci

Lo studio Zizzo-Tatulli garantisce prestazioni complete ed accurate per ogni problematica odontoiatrica. Vienici a trovare presso le nostre sedi a Taranto, in via Umbria num. 20; oppure ad Alberobello, in via Barsento num. 3.

Per informazioni chiama i numeri 099/331898 - 080/4323324 oppure il 342/1901097

zizzotatulli