I denti sono degli elementi inseriti nel sistema stomatognatico,che comprende ,a sua volta, anche la lingua,le labbra,i muscoli masticatori,le articolazioni temporo mandibolari(ATM),etc. Premesso che ciascuno di noi deglutisce dalle 1500 alle 2000 volte al giorno,correggere l’occlusione senza valutare la lingua è un grosso controsenso,in quanto essa rappresenta una forza muscolare importante ,che ha anche funzione plastica (modella e induce l’accrescimento) nei confronti dei mascellari.

terapia miofunzionale della lingua fig.1

La deglutizione fisiologica vede l’impiego di 11 paia di muscoli e si compone di 2 fasi: la fase volontaria e quella involontaria.

$

La fase volontaria

Nella fase volontaria il cibo masticato, impastato e parzialmente digerito dalla saliva(bolo alimentare),ormai pronto x la deglutizione,viene sospinto verso l’istmo delle fauci dalla lingua ,che si poggia sulle prime increspature del palato,su un punto di stimolazione neurologica denominato spot.

$

La fase involontaria

La fase involontaria si avvia automaticamente con la stimolazione del bolo sulle zone posteriori della bocca e segue la precedente,è dovuta all’azione di muscoli innervati dal nervo vago.

Se tutto si svolge in questo modo le ossa mascellari avranno un accrescimento armonico, e nella permuta saranno in grado di accogliere gli elementi dentari definitivi (grandi circa il doppio dei decidui).


La pressione della lingua sullo spot nella deglutizione fisiologica,stimola, inoltre, dei ricettori del nervo mascellare( 2^ branca del trigemino),che hanno un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’equilibrio posturale.

Se ,per qualsivoglia motivo, la lingua subisce delle interferenze durante le fasi di accrescimento(es. allattamento artificiale,uso prolungato del ciuccio,succhiamento del dito,frenulo linguale corto,etc)ed ha difficoltà a posizionarsi sul palato,si genera un tipo di deglutizione chiamata atipica,che porta a tutta una serie di squilibri posturali e viscerali.

Nella deglutizione atipica la lingua ha una postura bassa e si interpone fra le arcate,generando spazi(diastemi)fra gli elementi dentari ed invertendo la direzione del flusso della saliva(la quale,prodotta dalle ghiandole salivarie della bocca,dovrebbe muoversi dalla bocca verso l’esofago,e non viceversa!!!). Nel paziente con deglutizione atipica vi è, quindi,un anomalo ristagno di saliva in zona incisale inferiore,che produce con il tempo formazioni calcaree(tartaro)e predispone a problematiche parodontali.

Il paziente con deglutizione infantile, inoltre,ha spesso il mascellare stretto(manca l’azione plastica di accrescimento della lingua)e il muscoloorbicolare delle labbra(ritenuto dal punto di vistabiomeccanico l’antagonista della lingua)molto debole,propri quest’ultimo viene rinforzato nella terapia mio funzionale,perche abbia la possibilità di opporsi e contenere la lingua.

Alla luce di tutto ciò è un grosso controsenso affrontare una terapia ortodontica in un paziente con deglutizione atipica,senza correggere quest’ultima. Al termine del trattamento vi è una recidiva assicurata oltre a problematiche posturali di vario tipo,perchè la lingua ha un’azione muscolare importante,ed è fondamentale,x la spinta sullo spot,nell’equilibrio psicofisico del soggetto.

La terapia della lingua, in questo studio,prosegue di pari passo con il trattamento ortodontico e prevede l’utilizzo di diversi dispositivi( elastici,card linguali,fluorescina,etc)che aiutano e guidano il piccolo paziente,fino all’acquisizione della corretta deglutizione.

Ti serve una consulenza personalizzata?

Mettiti in contatto

Come contattarci

Lo studio Zizzo-Tatulli garantisce prestazioni complete ed accurate per ogni problematica odontoiatrica. Vienici a trovare presso le nostre sedi a Taranto, in via Umbria num. 20; oppure ad Alberobello, in via Barsento num. 3.

Per informazioni chiama i numeri 099/331898 - 080/4323324 oppure il 342/1901097

ortodonzia fig 2